Home"Adotta una cabina"CercaRaccolta differenziata porta a portaManifestazioni estive 2015 - EstateTarantaTaranta e la Grande GuerraTarantaRistora: alta cucina a Palazzo Malvezzi
Home
Il Comune
La Città
Galleria Fotografica
Comunicati stampa
Turnazione farmacie
Contatti
Elenco Siti Tematici
Area Riservata
Posta Elettronica Certificata
TarantInforma
Ricerche genealogiche
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Affari Generali
Servizi Tecnici
Polizia Municipale
Tributi
Statuto Comunale
Regolamenti Comunali
Determine
Ordinanze
Delibere
Amministrazione Trasparente
Servizi al cittadino
Amministrazione aperta
TarantEnergia - Convent of Mayor - SEAP
Albo pretorio
Contributi ad enti e associazioni
Pubblicazioni Matrimoniali
Contatti
Privacy
Note Legali
Tot. visite contenuti : 529484
 9 visitatori online

CONCLUSA LA V EDIZIONE DEL PREMIO GIORNALISTICO PIETRO DI DONATO
SICUREZZA IN AMBIENTE DI LAVORO

La Cerimonia di Premiazione si è Svolta a Taranta Peligna
26 novembre 2016

Conduttrice
Luce Tommasi
Rai News 24

Partecipanti

Giovanni Legnini
Vice Presidente CSM

Maria Amato
Deputata Camera

Marinella Sclocco
Assessore Regionale Politiche Sociali

Nicola Negri
Direttore INAIL Abruzzo

Vincenzo Morgante
Direttore TGR Nazionale

Franco Bettoni
Presidente ANMIL

Giuseppe Cornacchia
CIA Nazionale

Marcello Di Martino
Sindaco di Taranta Peligna

per scoprire i vincitori visita: premiopietrodidonato.it

 

 

Siglato il Patto di amicizia tra Stazzema e Taranta Peligna

in nome della promozione ambientale e delle grotte

 

I due sindaci: “Un impegno ed un insieme di valori comuni con lo scopo di far crescere i nostri territori”

Il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona ha accolto il Sindaco di Taranta Peligna Marcello Di Martino per sottoscrivere un patto di amicizia tra le due comunità. I due comuni fanno parte dell’Associazione Città delle Grotte e hanno molti punti in comune, infatti entrambi i territori sono caratterizzati dalla presenza di cavità carsiche con una valorizzazione turistica. Entrambi hanno una caratterizzazione montana, ma soprattutto la conformazione carsica del territorio che ha permesso negli anni passati di dare un supporto all’economia di questo luogo attraverso la creazione di percorsi turistici. Le due comunità si riconoscono lavorano all’interno della Associazione Nazionale Città delle Grotte che vuole stimolare gli enti locali che appartengano alle zone di presenza di “grotte naturali”, a sviluppare politiche di promozione e difesa delle risorse paesaggistiche, ambientali, culturali, legate alla presenza di cavità naturali dalle più variegate tipologie, intraprendendo anche percorsi normativi e di rivisitazione dell’ordinamento europeo, nazionale e regionale in materia laddove si presenti assenza di disposizioni, lacune e/o carenze legislative. Tra le Comunità di Taranta Peligna e Stazzema non vi è solo una vicinanza morfologica del territorio, ma anche di valori comuni di libertà e democrazia che hanno alimentato i partigiani della Versilia e quelli della brigata Majella, il cui cippo alla memoria si trova proprio nel territorio di Taranta. Il Patto di amicizia ha lo scopo di favorire i rapporti tra le nostre comunità per costruire un percorso comune di valorizzazione delle ricchezze ambientali, come strumento di promozione di uno sviluppo compatibile del territorio per garantire un futuro economico ai nostri cittadini affinché siano essi i primi paladini della difesa delle ricchezza ambientale. Inoltre, mira a promuovere uno scambio tra le esperienze della Grotta del Cavallone e dell’Antro del Corchia per migliorare l’offerta turistica e la creazione di un network delle città delle grotte.

“Preparavamo da alcuni mesi questo incontro”, commentano i due primi cittadini, Maurizio Verona e Marcello Di Martino, “e siamo felici oggi di iniziare questo percorso di amicizia insieme tra le Comunità perche questo nostro impegno possa diventare il motore di un percorso che porta una serie di città a legarsi con Patti di amicizia per promuovere il turismo ambientale e lo sviluppo turistico delle grotte. Ci uniscono l’amore per la natura, l’impegno per far sì che l’ambiente sia il primo motore della economia dei nostri territori con il progetto di ideare, progettare e coordinare manifestazioni promozionali di valorizzazione dei territori con specifica presenza di cavità naturali appartenenti alle diverse tipologie. In più condividiamo i valori di libertà e democrazia che hanno alimentato i partigiani delle nostre comunità durante la Guerra di Liberazione dal Nazifascismo e ci impegniamo a far incontrare i giovani delle nostre Comunità perché dalla conoscenza reciproca traggano lo spunto per l’impegno a costruire una cultura della pace e del dialogo. Presto una delegazione di Stazzema andrà a Taranta a suggellare ulteriormente questo rapporto che si è creato”

Stazzema, 17 novembre 2016

 

alt

 

PREMIO GIORNALISTICO PIETRO DI DONATO
sulla sicurezza in ambiente di lavoro
QUINTA EDIZIONE
19 ottobre, Roma - Sala Stampa della Camera dei Deputati
(vedi il filmato sul sito della CD)

Il PREMIO GIORNALISTICO, organizzato in collaborazione con INAIL AbruzzoINAIL NAZIONALE, Ordine dei Giornalisti, ANCI NAZIONALE, ENEL SPA, ANMIL e CIA, è riservato al miglior articolo/inchiesta (carta, tv, radio ed internet) sul tema della sicurezza in ambiente di lavoroConta sul riconoscimento della MEDAGLIA conferita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Gli aggiornamenti presentati alla Sala Stampa della Camera dei Deputati dall’Onerevole Maria Amato e dal Sindaco di Taranta riguardano lo spostamento al 15 novembre della data di presentazione dei lavori candidati al Premio e della cerimonia di premiazione al 26 novembre.
Altro elemento nuovo acquisito è stata la disponibilità di INAIL Abruzzo, presente alla conferenza con il direttore NICOLA NEGRI, ad entrare nel Comitato Organizzatore. Variano, poi come già anticipato, gli articoli del Regolamento relativi all’attribuzione dei premi. Ci sarannoi 3 primi premi per ogni categoria di produzione giornalistica, carta stampata, radio-tv e Internet e tre secondi premi sempre per le stesse tipologie di comunicazione, sempre sul tema della sicurezza in ambiente di lavoro...

Vai al sito web del Premio Di Donato

 

 
alt
alt                                              alt


 

 
 

Giornata della Memoria 2016
Taranta ricorda un italiano Giusto tra le Nazioni: Giorgio Perlasca

Nella settimana della Giornata della Memoria 2016, la comunità di Taranta ricorda la splendida figura di Giorgio Perlasca, Giusto tra le Nazioni, che salvò nella Budapest occupata dai nazifascisti più di 5.000 ebrei dalla deportazione, fingendosi diplomatico spagnolo. [leggi qui la sua storia www.giorgioperlasca.it]

Pubblichiamo una sua foto, dalla fortissima valenza evocatrice, che lo ritrae di spalle proprio in quell'Ungheria nel 1944.

(Si ringrazia il figlio Franco, presidente della Fondazione Giorgio Perlasca, per aver gentilmente concesso il documento fotografico)


alt
 

Gli auguri del Sindaco e dell'Amministrazione
Natale 2015 a Taranta

Il Sindaco e l'Amministrazione Comunale augurano un sereno Natale a tutti tarantolesi, a quelli che condividono la quotidianità della comunità ogni giorno e a coloro che da lontano rimpiangono e cercano di tornare in paese; oltre agli auguri a loro la promessa di custodire con devozione e fermezza Taranta e il suo patrimonio di cultura, umanità e bellezza.

alt

Leggi il nuovo TarantInforma (numero di Natale)

 

 

Informativa saldo 2015
Avviso per la scadenza TASI (16 dicembre 2015)

Dall’anno 2014 è istituita l’Imposta Unica Comunale (IUC), secondo quanto previsto dall’art.1, comma 639, della Legge 27 dicembre 2013, n. 147. La IUC è composta da: IMU (Imposta Municipale Propria), TASI (Tributo per i servizi indivisibili) e TARI (Tassa sui rifiuti).


 Il 16 DICEMBRE 2015 scade il termine per il versamento del SALDO TASI.

La somma da versare in saldo, calcolata applicando le aliquote dell’anno 2015, approvate con delibera consiliare n. 21 del 29/07/2015 di seguito riportate.  

ALIQUOTE  ANNO 2015 

La TASI è posta a carico sia del proprietario o titolare di altro diritto reale di godimento (usufruttuario, titolare diritto di abitazione, etc.) che a carico dell'occupante. Il comune di Taranta Peligna ha definito pari al 70% la quota TASI a carico del proprietario o titolare di altro diritto reale di godimento e pari al 30% la quota TASI a carico dell'occupante. In caso di detenzione non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare la TASI è dovuta solo dal proprietario o titolare di altro diritto reale di godimento in ragione del 100%.

 

Aliquote della TASI:

 

 

Aliquota ordinaria

 

Tipologia: abitazione principale

 

2 per mille

 

 

 

 

- Unità immobiliari adibite ad abitazione principale e relative pertinenze

 

 

 

 

 

Aliquota ordinaria

 

Tipologia: immobili diversi dall’abitazione principale

 

1,5 per mille

 

 

 

 

- Altri immobili ed aree fabbricabili

 

 

 

 

 

 

Con delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 06/08/2014 è stato approvato il Regolamento I.U.C disponibile sul sito istituzionale del Comune nella sezione Tributi.

 

Base imponibile TASI
La base imponibile della TASI è la stessa dell' IMU. 
 

Come pagare
Il versamento del tributo può essere effettuato mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali, indicando il codice catastale del Comune (L047 per il Comune di Taranta  Peligna) e i codici tributo sotto indicati:
 

CODICI TRIBUTO PER IL VERSAMENTO TASI

Tipologia di immobile e Codice tributo 

Abitazioni principali e relative pertinenze (A1, A8, A9) ed assimilate: 3958 
Fabbricati rurali ad uso strumentale: 3959

Altri fabbricati: 3961
Interessi: 3962 

 Sanzioni: 3963

Versamenti minimi
Non si procede al versamento della TASI qualora l'importo dovuto riferito all’imposta dell’intero anno non sia superiore ad euro (12,00).Se l’ammontare relativo alla prima rata non supera tale importo minimo, l’importo dovuto in acconto può essere versato cumulativamente con l’importo dovuto a saldo.

 

 

 

Scadenza IMU dicembre 2015
Avviso ai contribuenti nell'approssimarsi della seconda rata

Dall’anno 2014 è istituita l’Imposta Unica Comunale (IUC), secondo quanto previsto dall’art.1, comma 639, della Legge 27 dicembre 2013, n. 147. La IUC è composta da: IMU (Imposta Municipale Propria), TASI (Tributo per i servizi indivisibili) e TARI (Tassa sui rifiuti). L’Imposta Municipale Propria (IMU) costituisce la componente di natura patrimoniale della IUC.
Il 16 dicembre 2015 scade il termine per il versamento del saldo dell’IMU. Il saldo deve essere calcolato applicando le aliquote e detrazioni dell’anno 2015 approvate con delibera consiliare n. 20 del 29/07/2015 di seguito riportate:

800x600

 

ALIQUOTE E DETRAZIONI D’IMPOSTA

Tipologia

 

Aliquota/detrazione

Abitazione principale e relative pertinenze non esenti  cat. A1, A8 e A9 (solo un C/2, un C/6 e un C/7)

 

0,4%

Unità immobiliari e relative pertinenze A1, A8 e A9 (solo un C/2, un C/6 e un C/7) possedute a titolo di proprietà da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, in quanto assimilate ad abitazione principale, a condizione che le stesse non risultino locate.

0,4%

Unità immobiliari e relative pertinenze A1, A8 e A9 (solo un C/2, un C/6 e un C/7) possedute dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia in quanto assimilate ad abitazione principale, a condizione che le stesse non risultino locate.

0,4%

Una ed una sola unità immobiliare e relative pertinenze (solo un C/2, un C/6 e un C/7) posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato (iscritti all’AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, è assimilata ad abitazione principale, a condizione che la stessa non risulti locata o data in comodato d’uso.

Al fine di usufruire dell’esenzione è necessario presentare all’ufficio protocollo comunale una dichiarazione attestante il possesso dei suddetti requisiti.

 

Esenti

Altri immobili  ed aree fabbricabili

0,9%

Detrazione d’imposta per abitazione principale ed assimilate (cat. A1, A8 e0 A9) e relative pertinenze

 

€.200,00

Fabbricati rurali strumentali e terreni agricoli

 

Esenti

 

 

COME PAGARE

Il versamento dell’imposta può essere effettuato indicando il codice catastale del Comune L047         mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali;·         mediante versamento su CCP n. 1008857615, intestato a: PAGAMENTO IMU. (I bollettini postali sono disponibili gratuitamente presso tutti gli uffici postali)

distinguendo attraverso appositi codici tributo la quota di riserva dello Stato e quella di spettanza del Comune.

(Dal 2013 allo Stato è riservata solo l’IMU degli immobili di categoria D).

CODICI TRIBUTO DA INDICARE SUL MODELLO F24

 

TIPOLOGIA DI IMMOBILE

 

Codice tributo per il COMUNE

 

Codice tributo per lo STATO

 

Abitazione principale e relative pertinenze(A1, A8, A9)

 

3912

 

 

 

Aree Fabbricabili

 

3916

 

 

 

Altri fabbricati (escluso Cat. D)

 

3918

 

 

 

Immobili di categoria D ad aliquota base- mod. F24

 

3930

 

3925

 

 

 

*Si evidenzia che sono stati istituiti i seguenti codici tributo per incremento IMU comune su   immobili cat. D:

 

-codice tributo  3930 da utilizzare per  Immobili Cat. D incremento comune –versamento con F24- 

I predetti codici dovranno essere utilizzati per i versamenti a saldo (dicembre 2015) dell’ IMU per immobili cat. D in caso di incremento aliquota da parte del comune.

 

 

 TIPOLOGIE DI IMMOBILI

1. TERRENI AGRICOLI

Si ricorda che i terreni agricoli siti nel territorio del Comune di Taranta Peligna sono esenti dall’Imposta Municipale Propria -IMU- in base all’art. 7 del D.Lgs. n. 504/1992, che considera esenti da imposta i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina delimitate ai sensi dell’articolo 15 della Legge 27 dicembre 1977, n. 984.

 

2. AREE FABBRICABILI

La base imponibile è costituita dal valore venale in comune commercio al primo gennaio dell’anno di imposizione.

 

3. FABBRICATI

Per i fabbricati iscritti in catasto, la base imponibile dell’ imposta è determinata applicando all’ammontare della rendita catastale, vigente al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutata del 5% (rendita x 1,05), i moltiplicatori individuati dalla norma, ovvero: Valore Imponibile = Rendita Catastale x 1,05 x Moltiplicatore

 Per i fabbricati di categoria D non iscritti in catasto, interamente appartenenti ad imprese, distintamente contabilizzati, la base imponibile è data dal valore contabile, calcolato secondo le modalità dettate dall’art. 5, comma 3, del D.Lgs 504/92;

MOLTIPLICATORI IMU

Al valore della rendita catastale, rivalutata del 5%, si applicano i seguenti coefficienti moltiplicatori:

- 160 per le abitazioni del gruppo A (esclusa la categoria A10) e categorie C2, C6 e  C7; - 140 per i fabbricati del gruppo catastale B, C3, C4 e C5; -   80 per la categoria catastale D5 e A10 (uffici e studi privati); -   65 per il gruppo catastale D, escluso D5);    -    55 per la categoria catastale C1.

 

 

RIDUZIONI FABBRICATI STORICI ED INAGIBILI

La base imponibile è ridotta del 50 per cento:

-Per i fabbricati di interesse  storico o  artistico di cui all’art. 10 del codice di cui al D. Lgs. 55 gennaio 2004, n.  42;
-Per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell’anno durante il quale sussistono dette condizioni. L’inagibilità o inabitabilità è accertata dall’ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprietario, che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il contribuente ha facoltà di presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del testo unico di cui al DPR  28 dicembre 2000, n. 445. (I comuni con proprio regolamento possono disciplinare le caratteristiche di fatiscenza sopravvenuta del fabbricato non superabile con interventi di manutenzione).

 

 

 

DICHIARAZIONE IMU 

 

La dichiarazione IMU per l’anno 2015 deve essere stata presentata entro il 30.06.2016 (Art. 13, comma 12-ter del D.L. 201/2011). 

 

INFORMAZIONI

 

Per informazioni  rivolgersi all’Ufficio Ragioneria  e Tributi - e-mail ragioneria@comune.taranta peligna.ch.it      telefono 0872910118 – fax 0872910118

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman","serif";}
 
Progetto io non i rifiuto di scegliere
Incontro sulla raccolta differenziata

alt

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 22
Premio giornalistico Pietro Di Donato
Mappa del Sito
Login
Manifestazione di interesse per tirocinio - Garanzia Giovani
Leggi l'avviso

Scarica il modulo
 
Avviso disabilità infantile

Il presente avviso prevede l’erogazione di un contributo in via sperimentale per l’anno 2015 alle famiglie impegnate nelle attività di cura del minore affetto da malattia rara e in condizione di disabilità gravissime che necessitano di un elevata intensità assistenziale, cure tempestive, intensive e continue da parte dei familiari stessi.
Possono presentare istanza di accesso al contributo economico esclusivamente i genitori conviventi inoccupati o disoccupati residenti nella Regione Abruzzo .
L’istanza deve essere correlata da:
- certificazione di malattia rara;
- certificazione di disabilità gravissima;
- dichiarazione ISEE
- copia documento di riconoscimento.
L’istanza deve essere trasmessa alla Regione Abruzzo entro il 21 luglio 2015
Per informazione rivolgersi allo sportello di segretariato sociale del Comune

 
Progetto speciale multiasse Abruzzo Inclusivo RELOAD
Leggi l'avviso

Scarica la domanda
 
Avviso ai fornitori - SPLIT PAYMENT note operative

Con la presente si comunica che l’art. 1, comma 629, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015) ha modificato il D.P.R. n. 633/1972, disciplinante l’applicazione dell’IVA, introducendo l’art. 17-ter: secondo tale nuovo provvedimento, per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di enti pubblici, ivi compresi i Comuni, prestazioni per le quali tali cessionari o committenti non sono debitori d'imposta ai sensi delle disposizioni in materia d'imposta sul valore aggiunto, l'imposta è in ogni caso versata dai medesimi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 23 gennaio 2015.

Tale disposizione, che non trova applicazione ai compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito, implica quindi che l’Imposta sul valore Aggiunto – IVA – dovrà continuare ad essere esposta in fattura e sarà trattenuta e successivamente versata direttamente all’Erario da parte di questa Amministrazione.

Al fine di una corretta gestione del nuovo meccanismo sopra indicato, le fatture di nuova emissione, se rientranti nella tipologia prevista dal disposto normativo sopra citato, dovranno esporre obbligatoriamente la seguente dicitura:

IVA scissione dei pagamenti – Art. 17-ter del D.P.R. n. 633/1972”.

 
Fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo agli studenti della scuola dell'obbligo e della scuola secondiaria superiore AS 2014/15
 Leggi l'avviso


 
Piazza Municipio, 5 - 66018 Taranta Peligna (CH)
Tel. 0872910118 Fax. 0872910118 email:info@comune.tarantapeligna.ch.it
design by OREL